Cinquecento anni dalla Riforma luterana, e chi parla di Riforma in fatto di musica finisce sempre per parlare di Johann Sebastian Bach, duecentocinquanta dalla morte di Georg Philipp Telemann, che di Bach fu contemporaneo e collega, e quattrocentocinquanta dalla nascita di Claudio Monteverdi. Tre ricorrenze imponenti guidano il cartellone 2017 di Anima Mundi. E da queste si diramano come corollari non sempre scontati, attraverso analogie, contrasti e simmetrie, molti altri temi, cucendo insieme i sette concerti che impegnando interpreti fra i più famosi del panorama internazionale ci chiameranno ancora una volta a Pisa: dal Barocco luterano al Barocco cattolico (ecco Heinrich Ignaz Biber e Agostino Steffani), dal Barocco cattolico alla musica cattolica del grande Classicismo (ed ecco Wolfgang Amadeus Mozart, nato a Salisburgo poco tempo dopo la lunga e operosa permanenza di Biber), dal Classicismo all’età romantica, con Felix Mendelssohn, di nuovo in campo luterano, e Johannes Brahms, nato luterano ma qui rappresentato da due lavori mariani, e da qui al primo Novecento, con Max Reger e ai nostri tempi con Arvo Pärt e il pezzo vincitore del concorso di composizione bandito come ogni anno da Anima Mundi.

Apertura giovedì 14 settembre in Cattedrale, con i complessi della Radio di Hannover e il grande capolavoro sacro di Mozart, l’incompiuta e grandiosa Messa in do minore KV 427, introdotta dalla delicata Ave Maria op. 12 di Brahms. Tutto barocco invece il concerto di sabato 16, con l’Akademie di Colonia e le Cantate di Bach e Telemann. Pausa strumentale mercoledì 20 in Camposanto con uno dei pianisti più interessanti di oggi, Stephen Hough: le due serie di Images di Claude Debussy, precedute ciascuna da una visione lunare e seguite rispettivamente dalla Fantasia op. 17, offerta di Robert Schumann per un monumento a Ludwig van Beethoven, e dall’Appassionata, che di Beethoven è appunto uno dei monumenti più belli.

Il Barockconsort di Friburgo e il coro Vox Luminis sabato 23, di nuovo in Cattedrale, per rendere omaggio a due grandi un po’ trascurati del Settecento, Biber con il suo Requiem e lo Stabat Mater del nostro ma ormai germanizzato Steffani, mentre ci riportano in Camposanto e alla musica strumentale giovedì 28 Rinaldo Alessandrini e il suo Concerto Italiano per rendere omaggio a Bach con un’inconsueta e stimolantissima serie di elaborazioni da pagine sue, e anzitutto dalle Variazioni Goldberg. Ancora la cultura luterana con Antonio Greco e il coro Costanzo Porta venerdì 29 in  Cattedrale: un Reger organistico e neobachiano, Mendelssohn e Brahms, incorniciati dal pezzo appena laureato dal concorso di composizione e dal Salve Regina di Pärt.

Ancora in cattedrale, venerdì 6 ottobre, la chiusura, affidata a sir John Eliot Gardiner, responsabile artistico delle ultime dodici edizioni di Anima Mundi. Alla testa dei complessi celeberrimi che da sempre lo seguono aiuterà il suo amatissimo Monteverdi a soffiare sulle quattrocentocinquanta candeline di questo compleanno con la più favolosa e spettacolare delle sue composizioni sacre, il Vespro della Beata Vergine: sigla migliore non si potrebbe desiderare, in una Cattedrale che a Santa Maria Assunta è dedicata, e che in questo anno pastorale 2017-2018 vivrà un eccezionale Giubileo celebrando il nono centenario della sua consacrazione.

 

Cattedrale, giovedì 14 settembre, 20.30
NDR Radiophilharmonie
NDR Chor

Elisabeth Breuer, Olivia Vermeulen, soprani
Patrick Grahl, tenore
Thomas Stimmel, basso
Andrew Manze, direzione

J. Brahms, Ave Maria op.12 per coro femminile e organo
W.A. Mozart, Grande Messa in do minore KV 427

Cattedrale, sabato 16 settembre, 20.30
Die Kölner Akademie

Myriam Arbouz, soprano
Marian Dijkhuizen, alto
Nicholas Mulroy, tenore
Mauro Borgioni, basso
Michael Alexander Willens, direzione

 Cantate Sacre di Bach e Telemann nel 250° anniversario della morte di G.P. Telemann
e nel 500° anniversario della Riforma luterana

 G.P. Telemann, Ach Herr, strafe mich nicht in deinem Zorn,
cantata per soli, coro, archi e basso continuo
J.S. Bach, Jesu, der du meine Seele,
cantata per soli, coro e orchestra
G.P. Telemann, Gott Der Hoffnung Erfülle Euc,
cantata per soli, coro, due corni, archi e basso continuo
J.S. Bach, Wo Gott der Herr nicht bei uns halt
cantata per soli, coro, due oboi, archi e basso continuo

Camposanto, mercoledì 20 settembre, 20.30
Stephen Hough, pianoforte

C. Debussy, Clair de Lune (Suite Bergamasque), Images (Livre II)
R. Schumann, Fantasia op.17
C. Debussy, La terrasse des audiences au clair de lune (Préludes Livre II), Images (Livre I)
L. van Beethoven, Sonata in fa minore op.57 ‘Appassionata’

Cattedrale, sabato 23 settembre, 20.30
Freiburger Barockconsort
Vox Luminis

H.I. Biber, Requiem in fa minore per soli, coro e orchestra
A. Steffani, Stabat Mater (1728) per soli, coro, archi e organo

Camposanto, giovedì 28 settembre, 20.30
Concerto Italiano
Rinaldo Alessandrini, direzione

Variations on the variations: le Goldberg in trascrizione per archi e clavicembalo
J.S. Bach, Passacaglia in re minore, Aria variata alla maniera italiana,
Canzona in re minore, Variazioni Goldberg

Cattedrale, venerdì 29 settembre, 21.00*
Coro Costanzo Porta
Anna Bessi, mezzosoprano
Daniele Palma, tenore
Andrea Berardi, organo
Antonio Greco, direzione

Paolo Pandolfo, Ave Maris Stella per coro a 4 voci miste e organo
Brano vincitore del X Concorso di Composizione Anima Mundi

M. Reger, Wer weiß, wie nahe mir mein Ende per organo
J. Brahms, Marienlieder op. 22 per coro a cappella
M. Reger, Gott des Himmels und der Erden per organo
F. Mendelssohn Bartholdy, Ave Maria op. 23 n. 2 per tenore solo, coro e organo
F. Mendelssohn Bartholdy, Hymne per mezzosoprano, coro e organo
A. Pärt, Salve Regina per coro e organo

Cattedrale, venerdì 6 ottobre, 20.30
Monteverdi Choir
English Baroque Soloists
Sir John Eliot Gardiner, direzione

C. Monteverdi, Vespro della Beata Vergine

Torre, 14, 29 settembre e 6 ottobre, 20.00
Ottoni di benvenuto

Informazioni per l’ingresso ai concerti
L’ingresso ai concerti della rassegna di musica sacra Anima Mundi è gratuito con biglietto.
La prenotazione dei tagliandi per tutti i concerti in programma potrà essere effettuata solo online www.vivaticket.it a partire da venerdì 8 settembre alle ore 10.00, fino a esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione online terminerà in ogni caso alle ore 18 del giorno del concerto.
L’accesso alla biglietteria online prevede un’iscrizione e con lo stesso nominativo possono essere prenotati fino a un massimo di due ingressi per ogni concerto. I voucher così ottenuti possono essere convertiti con il regolare biglietto di ingresso solamente il giorno stesso del concerto scelto presso la biglietteria Anima Mundi, dalle ore 10 alle ore 20, orario continuato. A partire dalle ore 20 di ogni giorno di concerto i biglietti non ritirati verranno rimessi in distribuzione per il concerto della serata solo presso la biglietteria Anima Mundi.

Per garantire l’ordine pubblico e le disposizioni di sicurezza all’interno dei monumenti interessati (la Cattedrale e il Camposanto) l’allestimento rimarrà quello attuato nelle edizioni precedenti con posti numerati e non numerati (solo per la Cattedrale), e l’accesso sarà consentito solo ai possessori di regolare tagliando d’ingresso.

I monumenti non hanno un settore riservato alle persone con disabilità e i biglietti sono gratuiti per tutti. Solo le persone a mobilità ridotta e in carrozzina che desiderano partecipare ai concerti sono pregate di inviare con qualche giorno di anticipo un email a animamundi@opapisa.it affinché sia possibile garantire loro uno spazio adeguato, nell’osservanza delle norme di sicurezza.

I concerti sono gratuiti ma di altissima qualità e non adatti a bambini. I gentili ascoltatori sono pregati di valutare personalmente l’eventualità che i bambini possano recare disturbo agli altri partecipanti.

Non è possibile effettuare prenotazioni telefoniche né per email.

BIGLIETTERIA E INFORMAZIONI
c/o Museo delle Sinopie
Piazza Duomo Pisa
tel +39050835029
animamundi@opapisa.it
aperto dall’8 settembre al 6 ottobre lu-sa 09.00-18.00
dalle 9.00 alle 20.30 nei giorni di concerto (alle 21.00 il 29 settembre)

La segreteria si riserva il diritto di apportare modifiche per eventuali e impreviste esigenze organizzative, allo scopo di garantire una distribuzione equa a tutti gli interessati nell’osservanza delle norme di sicurezza. Queste modifiche saranno comunicate a mezzo stampa e su questa pagina.