Contratto nazionale di lavoro dei dipendenti delle Fabbricerie

In data 13 giugno u.s. l’Associazione delle Fabbricerie Italiane e le parti sindacali di CGIL-CISL-UIL hanno siglato il rinnovo giuridico ed economico per gli anni 2015-2016-2017 del contratto nazionale di lavoro dei dipendenti delle fabbricerie.
Il metodo negoziale, nato in questo settore dieci anni fa, non senza difficoltà iniziale per armonizzare diversi contratti applicati fino a quel momento dalle Fabbricerie si è sviluppato e consolidato consentendo, con soddisfazione delle parti, il raggiungimento dei seguenti risultati:

  • Sottoscrizione del Contratto Nazionale di Lavoro per il quadriennio 2008-2011.
  • Accordo economico/normativo per il biennio 2010-2011.
  • Rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro per il triennio 2012-2014.
  • Accordo in deroga/avvisi comuni in materia di attività stagionali e proroga dei contratti a tempo determinato.
  • Rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro per il triennio 2015-2017.

Le parti, fin dall’inizio della trattativa hanno condiviso la necessità di sottoscrivere uno specifico Contratto Nazionale di Lavoro per i dipendenti del settore che rappresenta uno strumento più agevole per la gestione dei numerosi servizi che le Fabbricerie sono chiamati ad erogare, dovendo rispondere ad obiettivi di efficienza, qualità ed economicità. Tutto questo si è svolto nel tempo attraverso notevoli e tumultuosi cambiamenti normativi sugli istituti che regolano il rapporto di lavoro che hanno complicato non poco i necessari adeguamenti sul testo contrattuale per permettere alle Fabbricerie l’utilizzo di tutte le forme flessibili di lavoro, utilizzabili per far fronte alle esigenze tipiche del settore che scaturiscono dalla peculiarità dei tanti servizi che le Fabbricerie sono tenute ad erogare verso la collettività e verso la conservazione dell’ingente patrimonio chiamati a sovraintendere.

ccnl_copertina